Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Wolfsoniana
Musei di Nervi

via Serra Gropallo 4,
16167 Genova Nervi
orario invernale
(da novembre a marzo):
martedì-domenica 11-17;
lunedì chiuso
orario estivo
(da aprile a ottobre):
martedì-venerdì 11-18;
sabato e domenica 12-19;
lunedì chiuso
tel: 010 32313329

http://www.wolfsoniana.it

La collezione

La collezione si presenta eterogenea e originale accogliendo oggetti e opere d’arte a testimonianza del periodo compreso fra il 1880 e il 1945. Un viaggio fra le opere della collezione diventa affascinante documentario:

  • del cambiamento del gusto e degli stili nelle abitazioni private e negli edifici pubblici,
  • dei processi delle trasformazioni urbanistiche,
  • del rapporto arte/propaganda politica,
  • dell’evoluzione dei mezzi di trasporto,
  • dello sviluppo della tecnologia e i suoi riflessi sul mondo del lavoro e il diffondersi di nuovi comportamenti sociali.

La collezione – con i suoi oltre 18.000 pezzi – comprende:

  • disegni di architettura, grafica, manifesti, bozzetti e disegni (gli Archivi della collezione),
  • libri, pubblicazioni, manifesti (la Biblioteca della collezione),
  • dipinti, sculture, mobili, arredi completi, vetri, ceramiche, ferri battuti, argenti (gli Oggetti della collezione),

La Collezione a Genova. Dal luglio 1999 la Collezione Wolfson di Genova è stata affidata alla Fondazione Regionale Cristoforo Colombo in vista della definitiva donazione al medesimo ente e con lo scopo di incrementare sia le attività già iniziate sia il patrimonio della collezione stessa attraverso un programma di donazioni e nuove acquisizioni.


Gli arredi

Gli autori degli arredi che troverete alla Wolfsoniana sono:

Ernesto Basile, Leopold Bauer, Piero Bottoni, Carlo Bugatti, Duilio Cambellotti, Ugo Ceruti, Bottega Coppedè, Luigi Carlo Daneri, Fabio e Alberto Fabbi, Paolo Campodonico, Odon Faragò, Luigi Fontana & C., Vittorio Grassi, Gaspar Homar, Alberto Issel, Melchiorre Melis, Gabriele Mucchi, Giovanni Muzio, Pietro Lingeri, Joseph Maria Olbrich, Giuseppe Pagano e Gino Levi Montalcini, Bruno Paul, Marcello Piacentini, Eugenio Quarti, Emanuele Rambaldi, Antonio Rubino, Ulisse Stacchini, Luigi Vietti, Ettore Zaccari, Fratelli Zatti, Vittorio Zecchin, Carlo Zen.


I Dipinti

Gli autori dei dipinti che troverete alla Wolfsoniana sono:

Giorgio M. Aicardi, Cesare Andreoni, Baccio Maria Bacci, Benedetta, Silvio Bicchi, Gino Boccasile, Aroldo Bonzagni, Girolamo Cairati, Gigi Caldanzano, Sexto Canegallo, Galileo Chini, Elena Ciamarra Cammarano, Giuseppe Cominetti, Romano Dazzi, Adolfo De Carolis, Stanis Dessy, Renato Di Bosso, Cagnaccio di San Pietro, Gerardo Dottori, Ferruccio Ferrazzi, Maria Ferrero Gussago, Alberto H. Gagliardo, Ivanhoe Gambini, Alf Gaudenzi, Cornelio Geranzani, Demetrio Ghiringhelli, Alba Giuppone, Giovanni Korompay, Pasquale Krischan, Ugo Martelli, Giuseppe Mazzei, Rubaldo Merello, Plinio Nomellini, Carlo Potente, Enrico Prampolini, Antonio Quaiatti, Mim Quilici Buzzacchi, Elio Randazzo, Alberto Salietti, Antonio G. Santagata, Giuseppe Sciuti, Mario Sironi, Ernesto Thayaht, Ubaldo Cosimo Veneziani, Franz Volpe, Verossì.


Le sculture

Gli autori delle sculture che troverete alla Wolfsoniana sono:

Edoardo Alfieri, Eugenio Baroni, Alberto Bazzoni, Leonardo Bistolfi, Arno Brecker, Aldo Buttini, Duilio Cambellotti, Alimondo Ciampi, Raffaello Consortini, Edoardo De Albertis, Celestino Fumagalli, Guido Galletti, Paul Henry Graf, Loys Houriet, Tony Lucarda, Adolfo Lucarini, Antonio Maraini, Rubaldo Merello, Arrigo Minerbi, Mario Palanti, Carlo Pizzi, Giuseppe Romagnoli, Giovanni Scapolla, Nanni Servettaz, Ernesto Thayaht, Sirio Tofanari, Pavel Troubetzkoy.


I Manifesti

Gli autori dei manifesti che troverete alla Wolfsoniana sono:

Gino Boccasile, Aroldo Bonzagni, Mario Caffaro Rore, Leonetto Cappiello, Plinio Codognato, David Delle Piane, Marcello Dudovich, Nico Edel, Giovanni Greppi, Mario Marchi, Plinio Nomellini, Angelo Pisani, Filiberto Scarpelli


Le ceramiche

Gli autori delle ceramiche che troverete alla Wolfsoniana sono:

Guido Andlovitz, Jean Barol, Dante Baldelli, Romeo Berardi, Renato Bassanelli, Romeo Bevilacqua,Duilio Cambellotti, Cantagalli, Ceramic Art Company, Galileo Chini, Nicolaj Diulgheroff, Piero Fornasetti, Giovanni Gariboldi, Goldscheider, Vittorio Grassi, Colette Gueden, Abele Jacopi, Lenci, Emanuele Luzzati, Achille L. Mauzan, Melchiorre Melis, MGA, Olga Modigliani, Ivos Pacetti, Ferruccio Palazzi, Gio Ponti, Domenico Rambelli, Red Wing, Richard Ginori, Rometti, Roberto Rosati, Giulio Rufa, La Salamandra, Siegmund Schutz, Società, Ceramiche Italiane Laveno, SPICA, Zaccagnini


I Vetri

Gli autori dei vetri che troverete alla Wolfsoniana sono:

Guglielmo Barbini, Luigi Brusotti, Duilio Cambellotti, Fontana Arte, Dino Martens, Salviati, Timo Sarpaneva, Venini, Vetrate Artistiche G. Beltrami, Webb Corbett, WMF, Vittorio Zecchin.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi