Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Visioni scientifiche sul futuro dell’umanità
dal 18 gennaio al 22 febbraio 2022

«È difficile fare previsioni, soprattutto sul futuro», dice un adagio spesso attribuito al fisico Niels Bohr. Eppure, noi esseri umani non possiamo fare a meno di immaginare e progettare scenari per il domani. La scienza ha un ruolo fondamentale, oggi più che mai, nel disegnare le possibili traiettorie del percorso futuro della nostra specie. Di fronte alle sfide sempre più complesse che ci aspettano, essa è allo stesso tempo uno strumento per cercare soluzioni e una guida per orientarsi nell’incertezza. In questo ciclo di conferenze, apriremo finestre su alcuni possibili scenari, provando a intravedere ciò che ci aspetta: dallo spazio alle neuroscienze, dai cambiamenti climatici ai rischi di estinzioni, dai computer quantistici alla medicina. Un piccolo catalogo di mutamenti auspicati o temuti, per non essere troppo spiazzati dalla vita che verrà.


A cura di Amedeo Balbi

Per partecipare è richiesto il Green Pass rafforzato, verificato attraverso la app nazionale Verifica C19, e l’obbligo di mascherina FFP2. Leggi di più

Incontri in programma:

Amedeo Balbi
martedì 18 Gen, 2022
18.00
martedì 18 gennaio, ore 18 – C’è un futuro per l’umanità fuori dalla Terra? Incontro con Amedeo Balbi
Giorgio Vallortigara
martedì 25 Gen, 2022
18.00
martedì 25 gennaio ore 18 – Il cervello del futuro, incontro con Giorgio Vallortigara
Serena Giacomin e Luca Perri
martedì 01 Feb, 2022
18.00
martedì 1 febbraio ore 18 – Il mercato del dubbio. Non tutto ciò che senti sul clima è vero, incontro con Luca Perri e Serena Giacomin
Massimo Sandal
martedì 08 Feb, 2022
18.00
martedì 8 febbraio ore 18, Decidere un mondo: il futuro della biosfera
Catalina Curceanu
martedì 15 Feb, 2022
18.00
martedì 15 febbraio ore 18 – Dal gatto di Schroedinger al computer quantistico, incontro con Catalina Curceanu
Silvia Bencivelli
martedì 22 Feb, 2022
18.00
martedì 22 febbraio ore 18 – Non basterà una mela. Che cosa cambierà e cosa dovrà cambiare nella medicina, incontro con Silvia Bencivelli