Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Tappa 20 – Palazzo Lomellino – Patrone (Comando Militare Esercito)
Largo della Zecca, 2

I potenti Lomellino (o Lomellini) ai tempi di Rubens vivono una stagione di grande ricchezza: erano monopolisti della pesca del corallo a Tabarca (in Tunisia) su concessione della Spagna e avevano fatto altri fruttuosi investimenti nel Regno di Napoli (Calabria e Abruzzo). Colonizzano l’area detta “Vallechiara”, fuori le mura, nella seconda metà del Cinquecento e vi costruiscono le loro dimore.

Lo slargo, oggi uno snodo assai trafficato, prende il nome dalla zecca cittadina, che dopo aver cambiato varie sedi con il crescere della città, inizia qui la sua attività ai primi dell’Ottocento, sostituendo i forni pubblici per la produzione di pane.

Il palazzo sulla sinistra viene costruito da Giacomo Lomellino, che accorpa la casa paterna e un edificio adiacente. Doge nel 1625, egli ha così una dimora di prestigio che fa decorare in modo sontuoso da Domenico Fiasella. È oggi conosciuto come Palazzo Lomellini Patrone ed è sede del Comando Militare Esercito “Liguria”, che lo apre per occasioni speciali.


Visite

14 – 15 – 16 ottobre 2022, in occasione dei Rolli Days

19 novembre 2022
ore 10, clicca qui per prenotare
e ore 11.15, clicca qui per prenotare

17 dicembre 2022
ore 10, clicca qui per prenotare
ore 11.15, clicca qui per prenotare

14 gennaio 2023, ore 10 e ore 11.15

Ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. Su prenotazione
Durata della visita 50′, punto di ritrovo all’ingresso del palazzo


Genova per Rubens. A network, l’itinerario