Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Proposte educative intorno alla mostra Escher
Appartamento del Doge, dal 9 settembre 2021

Scale interminabili che scendono e salgono, voli di uccelli che si susseguono come il giorno e la notte, mondi simultanei e intricate architetture che sembrano uscite da un sogno. Tanta magia e tanto stupore sono contenuti nel lavoro di Maurits Cornelis Escher, un lavoro che vuole essere un “gioco, un gioco molto serio” come lui stesso amava ripetere. Osservare le sue opere significa intraprendere un viaggio lungo i confini dello spazio, facendo nascere una realtà che esiste in angoli nascosti della nostra mente e che riaffiorando ci costringe ad interrogarci su ciò che è vero e ciò che lo è solo in apparenza. Attraverso una ricca varietà di opere presentate, la mostra e le numerose sezioni in cui è articolata presenta il complesso e suggestivo lavoro di questo artista sui generis, affrontando le tematiche a lui più care: le strutture dello spazio, i paesaggi italiani, la serie delle metamorfosi, i paradossi geometrici, le architetture impossibili. Un ventaglio molto ricco di opere tutte rigorosamente improntate a correlare insieme la scienza, la natura, il rigore matematico e la capacità contemplativa. Sebbene siano trascorsi quasi 50 anni dalla sua scomparsa, l’arte di Escher non accusa i segni del tempo, ma continua ad affascinare, integrandosi perfettamente con le nuove tecnologie digitali del mondo di oggi.

Progetto Speciale
Per inciso

In occasione della mostra, una serie di incontri curati da docenti e studenti dell’Accademia Ligustica volti a far conoscere le principali tecniche artistiche impiegate da Escher. Fasi didattiche e laboratoriali si susseguiranno per spiegare gli aspetti tecnico-operativi delle opere esposte e coinvolgere il pubblico nelle fasi di inchiostrazione e stampa xilografica e litografica, attraverso la realizzazione di incisioni a rilievo e la loro relativa stampa.

Ingresso su prenotazione con biglietto della mostra.
In collaborazione con la Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova

Laboratori

Metamorfosi

Capita molto spesso che nell’opera d’arte gli sfondi
abbiano il compito di esaltare la bellezza di quello
che l’artista rappresenta, svolgendo per lo più un
ruolo secondario. Fa eccezione Escher, artista che
gioca con la figura in primo piano e quelle che si
trovano dietro dando vita a un rapporto
imprescindibile per entrambe. Un laboratorio
dove si riflette
sul binomio figura/sfondo partendo da semplici
elementi per creare suggestive percezioni ottiche.
Scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado

Lo spazio dei sogni

Nelle visioni di Escher siamo catapultati in un
mondo onirico: architetture impraticabili, scale
che portano in non luoghi, piani sfalsati che si
intrecciano e si intersecano. In laboratorio
indagheremo questi spazi dei sogni e proveremo
a realizzare un modellino scenografico
ispirandoci alle costruzioni impossibili dell’artista.
Scuola primaria e secondaria di I e II grado

Occhio all’orecchio

La vista può ingannare costruendo scale infinite, ma l’udito può fare altrettanto?
Le illusioni uditive sono meno conosciute di quelle ottiche, ma altrettanto sorprendenti. Con esperimenti di
acustica e test per mettere alla prova il nostro orecchio ascolteremo suoni che non esistono e glissati che non finiscono.
Scuola primaria e secondaria di I grado

La geometria dell’impossibile

L’opera di Escher è una porta d’accesso a
mondi geometrici straordinari: illusioni, paradossi, infiniti, giochi di specchi e di prospettive, architetture impossibili. Un laboratorio alla scoperta della matematica più affascinante.
Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I grado

Percorsi

Percorso in mostra+breve laboratorio
Nel magico mondo di Escher

Un visita guidata della durata di 45’ volta a conoscere le atmosfere delle architetture impossibili e dei paradossi geometrici nati dalla genialità di Escher, artista in cui la fantasia dell’arte e il
rigore della matematica si intrecciano
e rincorrono continuamente.
A seguire un breve laboratorio
dove, partendo dalle tassellature
e dalle superficie riflettenti, inventeremo forme e illusioni per capire come realtà e fantasia possano tradursi in
immagini sempre nuove.
Scuola infanzia, primaria e secondaria di I grado

Percorsi storico-artistici e letterari
Escher e il Novecento

Un percorso che approfondisce il tema
dell’illusione attraverso il confronto
tra le “costruzioni impossibili” di Maurits
Cornelis Escher e brani tratti da opere di grandi esponenti della letteratura italiana del Novecento – da Pirandello a Calvino – con alcune incursioni nella letteratura straniera.
Durata 1h
Scuola secondaria di II
grado

Visite guidate

Visite alla mostra

Percorsi articolati per rispondere alle esigenze delle diverse età dei partecipanti sono realizzati in modo da consegnare agli studenti le corrette chiavi di lettura della mostra.
Durata 1h
Scuola primaria e secondaria di I e II grado

Visite alla mostra in lingua

La proposta va incontro all’attuazione
della metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning).
Durata 1h
Scuola secondaria di II gr
ado


Info e prenotazioni

prenotazioniscuole@palazzoducale.genova.it – didattica@palazzoducale.genova.it – 0108171604