Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Pagine rubate e ritrovate
dal 9 febbraio al 17 marzo 2024, Munizioniere

In mostra pregevoli volumi dal XIV secolo al XX secolo, illecitamente sottratti a chiese, biblioteche, archivi, librerie antiquarie, collezionisti privati e recuperati dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri in tutto il territorio nazionale. Da graduali e antifonari miniati a documenti d’archivio, da volumi a stampa di argomento geografico, naturalistico o scientifico con un ricco apparato decorativo, a volte acquarellato a mano, a opere tecniche con xilografie e calcografie che rappresentavano la manualistica dell’epoca, testi editi in varie lingue e alfabeti. Non mancheranno volumi che hanno nell’eleganza e nella preziosità delle loro legature il motivo principale di interesse, così come edizioni rare, di cui si conosce un numero di esemplari ormai limitatissimo.

Si tratta di un’occasione che consente la valorizzazione del costante impegno sia della Soprintendenza che del Nucleo, istituito nel 1969 e che, in mezzo secolo di vita, ha restituito al pubblico o ai legittimi proprietari più di tre milioni di beni culturali. L’azione della Soprintendenza è tesa a conservare e proteggere il patrimonio archivistico e fornire supporto ai proprietari pubblici e privati. Per il tema di questa mostra, è da sottolineare l’attività di ricognizione e catalogazione, portata avanti sia direttamente, sia in collaborazione con i proprietari, nonché il costante collegamento con il Nucleo dell’Arma dei Carabinieri.


In collaborazione con Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria, il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Genova, l’Università di Genova e il supporto di Regione Liguria e Comune di Genova.

La mostra rientra nell’ambito degli eventi di Genova Capitale Italiana del Libro 2023, scopri qui il programma degli eventi in città