Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

ore 10
I miti degli imperi non muoiono mai. Continuità e usi delle grandi narrazioni a confronto: Cina, Russia, Stati Uniti

L’Impero del centro, la Grande madre, la Città sulla collina. Le grandi costruzioni nazionali e statali, specie se di taglia continentale e di vaste ambizioni, si nutrono di autorappresentazioni che ne favoriscono coesione e disciplina sociale. Aiutandole a proiettare la potenza. Come si raccontano i pesi massimi del nostro tempo.
Shen Dingli, professore all’International Studies Institute, Fudan University, Shangai
Sergej Karaganov, Direttore del Consiglio per la politica estera e di difesa, Mosca
Phillip Orchard, Senior Analyst di Geopolitical Futures
Introduce/modera Dario Fabbri 


ore 12
L’Europa, il mito contro la storia.
Nascita, declino e miracolosa sopravvivenza di una religione antigeopolitica

Sforzo di contenimento della Germania benedetto dagli Stati Uniti nel secondo dopoguerra, l’integrazione europea si è nel tempo dotata di una mitologia fondante per legittimare un processo improbabile e dagli esiti sovente contraddittori. La cui (r)esistenza inerziale è notevole, ma non scontata.
Giorgio Arfaras, Direttore di Lettera Economica, Centro Einaudi
Pierre-Emmanuel Thomann, analista geopolitico, presidente di Eurocontinent
Jacob Shapiro, analista geopolitico.
Introduce/modera Federico Petroni


ore 15
Il mito dell’interesse universale

Dalle grandiose rivoluzioni francese e americana l’Occidente deriva un afflato universalistico che permea tutto il Novecento, comprese le sue degenerazioni totalitarie. Nel post-1989, ci siamo illusi di poter sostituire definitivamente Kant a Hobbes e von Clausewitz. Ma non è così. Lo sarà mai?
Matteo d’Argenio, docente di  Organizzazioni Internazionali, SSML Carlo Bo di Milano
Carlo Pelanda, politologo, docente dell’Università Guglielmo Marconi di Roma Mauro Bussani, Docente di Diritto comparato, Università di Trieste; Dir. Scientifico della International Association of Legal Sciences (UNESCO)
Introduce/modera Alessandro Aresu


ore 16.30
America contro Iran

Un appuntamento dedicato alla stringente attualità internazionale, dove (auto)rappresentazioni e strategia concorrono a definire un confronto serrato, dalle molteplici e pericolose implicazioni regionali. E dagli esiti difficilmente controllabili.
Abdolrasool Dissalar, Esperto di Iran e Medio Oriente, Center for Advances Studies, European University Institute
Jacob Shapiro
Nicola Pedde, Direttore dell’Institute for Global Studies
Introduce/modera Fabrizio Maronta


ore 18
La fine del mondo è vicina? L’apocalisse ambientale annunciata.

Storicamente, alle grandi fasi di svolta si accompagna il proliferare di millenarismi e teorie apocalittiche, riflesso della complessità e incombenza dei problemi indotti dal mutare di scienza, tecnica e società. L’ambiente non fa eccezione. Ma le sfide ad esso connesse sono troppo importanti per essere ridotte a dogma.
Margherita Paolini, coordinatrice scientifica di Limes
Massimo Nicolazzi, Amministratore Delegato di PB Tankers
Marco Filoni, giornalista, specialista di filosofia francese contemporanea Introduce/modera Fabrizio Maronta


ore 21
La geopolitica nel pallone

Il calcio come metafora e ambito d’applicazione concreto delle concezioni spaziali, dei tatticismi, delle visioni strategiche e delle narrazioni che improntano la pratica geopolitica. 
Conversazione con Mario Sconcerti, giornalista sportivo e scrittore
Lucio Caracciolo, Dario Fabbri
Introduce/modera Marco Ansaldo.

Festival di Limes 2020 VII edizione
venerdì 06 Mar, 2020
17.45
Il Festival è rinviato al 22/23/24 maggio 2020
Venerdì 6 marzo
venerdì 06 Mar, 2020
10.00
Il Festival di Limes è rinviato al 22-23-24 maggio 2020
domenica 8 marzo
domenica 08 Mar, 2020
10.00
Il Festival di Limes è rinviato al 22-23-24 maggio 2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi