Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Ecologia, pace e giustizia sociale nell’ottica del Cristianesimo evangelico
mercoledì 24 marzo 2021 ore 18.30, canale Youtube di Palazzo Ducale

“Giustizia, pace e integrità del creato” sono stati i tre temi guida della riflessione protestante fin dall’assemblea mondiale di Seul (CEC 1990). Veniva così resa immediatamente visibile la connessione tra gesti di giustizia e di pace e pratiche sostenibili verso il pianeta che tutti ci sostiene e che è creazione e dono di Dio. Questa riflessione, che ha toccato sia delle elaborazioni teologiche (es. J. Moltmann) sia le pratiche delle chiese e dei singoli credenti, si è sviluppata nella direzione della “giustizia climatica”. Lo ha fatto a partire dal grido giunto dalle chiese evangeliche delle piccole isole del Pacifico, che rischiano di essere sommerse a causa dell’innalzamento del livello degli oceani. Non solo si perdono così dei ricchi ecosistemi, tra cui le barriere coralline sbiancate e uccise dall’acidificazione delle acque; si creano anche dei movimenti drammatici di profughi senza più terra, senza lingua, cultura, religione, popolazioni intere che diventano profughi ambientali.

La giustizia climatica ci fa percepire chi è oggi “la vedova, l’orfano e lo straniero” di cui parlano i profeti: sono gli ambienti naturali devastati, sono le popolazioni colpite da alluvioni o siccità, e i profughi climatici. Dove trovare speranza? Forse tra le donne del Kenia che hanno piantato milioni di alberi per costruire una barriera verde di fronte all’avanzare del deserto. Forse nell’impegno a contrastare razzismo e povertà nelle periferie urbane delle megalopoli che attirano i poveri e poi li privano di ogni diritto. Forse nella bellezza necessaria alla vita.

Contrastando una delle tentazioni di certa fede evangelica di credere in un altro mondo in cui Dio trasporterà i suoi eletti. Oggi il protestantesimo afferma con forza che il mondo di Dio, quello che Dio vuole salvare, è questo unico e prezioso pianeta che abitiamo ed è qui che si radica anche la nostra conversione ecologica.


Letizia Tomassone, pastora della chiesa valdese dal 1984, attualmente presso la chiesa valdese di Firenze. Ha studiato teologia protestante a Roma, Montpellier e Berkeley (Ca). Docente di  “Studi femministi e di genere” presso la Facoltà Valdese di Teologia di Roma. Fa parte del Coordinamento delle Teologhe in Italia, di cui è socia fondatrice. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Donne di Parola. Pastore, diacone e predicatrici nel protestantesimo italiano, (a cura di L. Tomassone) Nerbini, Firenze 2020; Bibbia, Donne, Profezia (a cura di) L. Tomassone e A. Valerio, Nerbini, Firenze 2018; Dialogo interreligioso e femminismi, Protestantesimo vol 72 n.4, 2017, p.369-377; Crisi ambientale ed etica. Un nuovo clima di giustizia, Claudiana, Torino 2015.


Le religioni e la terra: pace con la natura e armonia tra gli uomini, a cura del Centro Studi Antonio Balletto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi