Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Alexander Gadjiev
giovedì 30 luglio 2020, ore 20.30 e 22.15

pianoforte
Ludwig van Beethoven
Sonata in re maggiore op. 28 Pastorale

Fryderyk Chopin
Ballata n. 2 in fa maggiore op. 38
Polacca in fa diesis minore op. 44

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria: clicca qui per prenotare
L’accesso alla platea per la prima replica è consentito a partire dalle ore 19.45, per la seconda al termine del primo concerto

Esposizione musicale e cultura Mitteleuropea: Alexander Gadjiev deve la prima alla sua famiglia, con madre e padre entrambi didatti e musicisti, e la seconda a Gorizia – sua città d’origine – naturale crocevia di popoli, culture, lingue. Fattori che hanno entrambi avuto una influenza determinante sulla sua naturale capacità di assorbire, elaborare e rivisitare con gusto proprio stili e linguaggi musicali diversi.

Seguendo gli insegnamenti del padre, noto didatta russo, Alexander si esibisce per la prima volta con orchestra a 9 anni e tiene il primo recital solistico a 10. Si diploma a 17 anni con il massimo dei voti, la lode e menzione speciale. Questo gli consente di partecipare al Premio Venezia – concorso riservato ai migliori diplomati d’Italia – e di vincerne la XXX edizione. I numerosi concerti del Premio Venezia gli consentono di esibirsi in tutta Italia e all’estero (Londra, Parigi, Madrid, Dublino). Nel dicembre 2015 la svolta internazionale: a soli vent’anni, al 9° Concorso Pianistico Internazionale di Hamamatsu – uno dei dieci concorsi pianistici più prestigiosi al mondo – la giuria composta, tra gli altri, da Martha Argerich, Akiko Ebi, Sergey Babayan, lo decreta vincitore assoluto. Le sue esecuzioni incantano Hamamatsu: vince anche il premio del pubblico.

Da allora, Alexander viene regolarmente invitato ad esibirsi in tournée in Giappone e ad importanti Festival pianistici tra cui: Verbier Festival, Festival MiTo, Festival “Chopin” di Duszniki, International Piano Festival ClaviCologne a Düsseldorf, il Piano Festival Rafael Orozco di Cordova, il Ljubljana Festival, Il Batumi Festival (Georgia), il Perugia MusicFest, le Settimane Musicali per il Teatro Olimpico di Vicenza, il Festival Animato de Paris, il Bologna Festival, Ravenna Musica, il Kammermusik Salzburg Festival. Ad ottobre 2018 una nuova riconferma a livello internazionale, con il trionfo al “Monte-Carlo World Piano Masters Competition”, vetrina d’élite riservata solo a pianisti già vincitori di altri premi; la giuria, presieduta da Phillippe Entremont, gli conferisce il Prix Prince Rainier III, e con esso numerosi concerti in Francia, ed Europa. Recentemente inoltre gli è stata conferita una prestigiosa nomina: dal settembre 2019 a tutto il 2021 sarà infatti “BBC New Generation Artist”, un titolo di cui solo pochi giovani musicisti si possono fregiare. Questo programma, lanciato dalla celebre Radio britannica gli permetterà di incidere numerose volte presso gli Studios londinesi e di esibirsi in prestigiosi festival inglesi, debuttare alla Wigmore Hall e collaborare con varie orchestre BBC. Alexander ha suonato in importanti teatri e sale da concerto (Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Teatro Alighieri di Ravenna, Salle Garnier di Montecarlo, Kioi Hall e Bunka Kaikan di Tokyo, Kitara Concert Hall di Sapporo, Hyogo Performing Art Center di Osaka, Salle Gaveau di Parigi, Sala Grande del Conservatorio di Mosca, e poi a Salt Lake City, Istanbul, Barcellona, Roma, Milano, etc.) e con orchestre di rilievo internazionale quali: Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica del Teatro della Fenice, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo, Virtuosi Italiani, Tokyo Symphony Orchestra, Nagoya Philharmonic Orchestra, Osaka Philarmonic, Kyoto Symphony Orchestra, Prague Sinfonia Orchestra, Polish Radio Symphony, Pomeranian Philharmonic Orchestra, Jerusalem Symphony Orchestra, Mitteleuropa Orchestra.

Lo hanno diretto alcune tra le più autorevoli bacchette internazionali: Yuri Temirkanov, Marek Pijarowski, Ken Takaseki, Anton Nanut, Tatuya Shimono, Tomomi Nishimoto, Christopher Franklin, Marco Guidarini, Olivier Ochanin, En Shao, Antoni Witt, Ulrich Windfuhr, Giedre Šlekyte, Gianluca Martinenghi, Tiziano Severini. Ha inciso per Suonare News, per Acousence Records e per ALM Records Japan, mentre i suoi concerti sono stati trasmessi da Rai Radio3, Rai3, Espace 2 Suisse, Radio Vaticana, Radio Classica, ORF, RTV Slovenija, Radio Koper. Attualmente si sta perfezionando con Pavel Gililov presso il Mozarteum di Salisburgo e con Eldar Nebolsin alla “Hanns Eisler” di Berlino e partecipa a masterclass prestigiose quali la “Eppan Piano Academy” e la “Verbier Piano Academy”, entrambe riservate ad un ridottissimo numero di pianisti selezionati da tutto il mondo. All’ultimo Festival Verbier ha vinto il prestigioso premio “Tabor Foundation Piano Award”, destinato al miglior pianista dell’accademia.

Scopri qui il programma completo dei Notturni en plein air


I Notturni en plein air quest’anno si svolgono seguendo i protocolli di sicurezza anti Covid-19. Per assistere ad essi è pertanto necessario effettuare una prenotazione online.
I concerti sono come sempre gratuiti e quest’anno, per favorire la fruizione del concerto al maggior numero di spettatori possibile e grazie alla disponibilità degli artisti, con doppia replica: alle ore 20.30 e alle 22.15. Per ognuna di esse l’ingresso è limitato e regolamentato esclusivamente dalla prenotazione online. Ricordiamo inoltre al pubblico che per accedere al Cortile Maggiore è obbligatorio indossare una mascherina di protezione individuale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi