Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Attenzione! l’incontro è annullato.
Donatella Di Cesare sarà sostituita da Lucrezia Ercoli

Donatella Di Cesare, Heidegger prima e dopo i “Quaderni neri”

mercoledì 12 febbraio 2020
ore 17.45
Sala del Maggior Consiglio

Martin Heidegger è considerato uno dei più importanti filosofi del Novecento. La sua opera principale Essere e tempo (1927) continua ad essere un bestseller filosofico, mentre molte suoi pensieri, elaborati nel dopoguerra – dal tema del linguaggio alla questione della tecnica – restano punti di riferimento per la riflessione contemporanea. Tuttavia non si può tacere il suo assenso al nazismo riemerso con forza nei Quaderni neri pubblicati di recente. Come parlare oggi di Heidegger? Come affrontare la sua filosofia in modo critico? 


Donatella Di Cesare insegna Filosofia teoretica alla Sapienza di Roma. È una delle filosofe più presenti nel dibattito pubblico e internazionale sia accademico sia mediatico. Scrive per L’Espresso e Il Manifesto. È membro del Consiglio Italiano per i Rifugiati. Tra i suoi ultimi libri: Tortura (Bollati Boringhieri 2016); Terrore e modernità (Einaudi 2017); Stranieri residenti. Una filosofia della migrazione (Bollati Boringhieri 2017); Marrani. L’altro dell’altro (Einaudi 2018); Sulla vocazione politica della filosofia (Bollati Boringhieri 2018).


Rassegna Il pensiero di fronte all’abisso. Filosofia, dittatura, totalitarismo, a cura di Simone Regazzoni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi