Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Vicoli e Ruelles
Rappresentazioni dello spazio urbano nel fumetto tra Italia e Québec

Genova | Palazzo Ducale, Sala Liguria dal 4 al 20 marzo 2022

Montréal | Istituto Italiano di Cultura, dal 28 aprile al 31 maggio 2022

La mostra, allestita inizialmente a Genova e in seguito a Montréal, presenta tavole di fumetti realizzate da 24 autori italiani e quebecchesi, sul tema della rappresentazione dello spazio urbano.

Mentre in Italia la cultura fumettistica sta infine decollando, pur restando da un lato una cultura di nicchia (con il graphic novel) e dall’altro trovandosi in competizione con il manga dominante tra i giovanissimi, nell’area francofona è radicata da tempo, tanto che Montréal, anche grazie al suo Festival BD che nel maggio 2021 ha festeggiato i dieci anni di attività, è una capitale del fumetto nordamericano.

Lo spazio urbano è sicuramente un argomento stimolante per una mostra sul fumetto, poiché si tratta dello spazio in cui noi tutti ci muoviamo quotidianamente, che percorriamo, che percepiamo e che così plasma profondamente le nostre vite.

Vicoli e Ruelles nasce da una collaborazione precedente tra i curatori italiani e il Festival de la Bande Dessinée de Montréal e dal desiderio di mettere a confronto le modalità di rappresentazione di due spazi che, pur con profonde differenze, presentano punti di contatto. Infatti, sebbene si tratti di spazi europei e nordamericani, vi si può identificare una tangenza nella presenza di vicoli e di ruelles, ovvero spazi urbani ristretti, intimi, protetti, che possono facilmente diventare metafora della nostra interiorità e delle nostre relazioni.

Le due città al centro della mostra, che non si limita però a rappresentarle, sono Genova e Montréal. Per Genova, i vicoli sono l’essenza del centro storico medievale, il nucleo centrale della città. Tutti i genovesi sanno che l’impianto urbano antico si divide in due zone: quella dei vicoli o caruggi, la città bassa, vicina al porto, animata da una variegata umanità, talvolta in crisi ma sempre pulsante, e quella delle ”crêuze”, le stradine di mattoni che si inerpicano sulle colline ripide, ancora costellate di giardini e di orti. Le “ruelles” di Montréal sono viuzze che scorrono sul retro delle case a tre piani, sulle quali si affacciano i giardini, spesso occupate dai ragazzini che giocano a hockey e dai cani accompagnati dai loro padroni. Sono vie “abusive” in quanto non hanno una numerazione, ma accolgono forme di vita solidale, locandine, incontri.


Autori in mostra:

Eliana Albertini, Paolo Bacilieri, Bianca Bagnarelli, Lorena Canottiere, Sara Colaone, Andrea Ferraris, Emanuele Giacopetti, Gabriella Giandelli, Marino Neri, Davide Reviati, Silvia Rocchi, Pietro Scarnera, Caroline Breault alias Cab, Samuel Cantin, Ariane Dénommé, Pascal Girard, Michel Hellman, Mélanie Leclerc, Tania Mignacca, Djibril Morissette-Phan, Michel Rabagliati, Salgood Sam alias Max Douglas, Shaghayegh Moazzami, Mireille St-Pierre.


A cura di Elisa Bricco, Johanne Desrochers, Anna Giaufret, Ferruccio Giromini, Franco Melis, Greg Nowak

La mostra è organizzata da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura con il Festival BD de Montréal (FBDM), il Dipartimento di Lingue e Culture Moderne (DLCM), il Centro di Ricerca Interdipartimentale sulle arti Visive (ciVIS) e il Centro Interdipartimentale di Ricerca sulle Americhe (CIRAm) dell’Università di Genova, nell’ambito dell’avviso pubblico Promozione Fumetto 2021, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura


Festival BD di Montréal

Creato nel 2011, il Festival BD di Montréal (FBDM) lavora per promuovere le molteplici sfaccettature della nona arte e per incoraggiarne la discussione e la riflessione.

La missione del FBDM è promuovere il fumetto, diventando la piattaforma di riferimento e punto di incontro tra gli attori locali e il loro pubblico, mirando ad aumentare il posto del fumetto nel mondo culturale e diventando al contempo un crocevia tra Europa e America in questo settore.

Il FBDM, evento gratuito e bilingue con mostre, vendite di album, incontri con gli autori e conferenze, si svolge per tre giorni alla fine del mese di maggio e ogni anno assegna i sei premi “Bédélys”, straordinario strumento per promuovere e scoprire i nuovi talenti. Partito come evento unico annuale, ha diversificato le sue attività e ora agisce tutto l’anno, grazie alla creazione un club di lettura di fumetti e alla pubblicazione con la sua divisione editoriale (“Les presses du FBDM | MCAF Press”) di un collettivo di racconti realizzati da artisti già presenti al FBDM.

Lo scorso anno ha organizzato un primo convegno internazionale di fumetti sul tema “Faire trembler les fondations/Shaking the foundations” e partecipa a diverse missioni all’estero in Algeria, Francia, Inghilterra e Italia.

I visitatori del Festival sono passati dai 5.000 del 2011 ai 12.000 del 2019 (ultima edizione in presenza, mentre le edizioni 2020 e 2021 sono state organizzate interamente online).

Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università di Genova

Il Dipartimento di Lingue e Culture Moderne (DLCM) dell’Università di Genova promuove e coordina la ricerca nell’ambito delle lingue e letterature moderne, delle scienze del linguaggio e della comparatistica culturale, concorre allo svolgimento dell’attività didattica dei corsi di studio attivati prestando servizio di supporto, organizza e gestisce il Corso di dottorato in “Digital Humanities” e stipula convenzioni e contratti con enti pubblici e privati, italiani e stranieri, organizza convegni, cicli di conferenze e seminari di studio a livello tanto nazionale quanto internazionale.

ciVIS

ciVIS è un Centro di Ricerca Interdipartimentale, costituito presso l’Università di Genova. Le attività del centro ruotano intorno al tema della visualità, ovvero tutte quelle espressioni che, indipendentemente dai medium generativi, dai prodotti e dai canali, dai linguaggi, dalle finalità, dalla dimensione permanente o effimera siano fruibili in modo primario attraverso la visione.

CIRAm

CIRAm è un centro di ricerca interdipartimentale dell’Università di Genova che raccoglie studiosi interessati ai vari aspetti storici, letterari, linguistici, politici, sociali e giuridici del continente americano.