Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Casa Luzzati, Palazzo Ducale
fino al 31 dicembre 2021

Attenzione: dal 6 agosto è richiesta la Certificazione verde Covid-19 per accedere alla mostra. Leggi di più


Il 3 giugno, in occasione del centenario della nascita di Emanuele Luzzati, si inaugura la mostra Sipari Incantati. Atto I nello spazio Casa Luzzati dedicato al Maestro presso Palazzo Ducale, in collaborazione con la città di Genova e la “Lele Luzzati Foundation”.
Sipari Incantati. Atto I è un percorso interdisciplinare di costumi, bozzetti e installazioni di Emanuele Luzzati realizzata in collaborazione con la Fondazione Cerratelli, Comune di Genova, Lele Luzzati Foundation e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, con il patrocinio e sostegno della Camera di Commercio di Genova e il patrocinio istituzionale di Regione Liguria, Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, Università di Pisa e Unige-DAD.

Il percorso delle opere si snoda attraverso l’istallazione dei manufatti o costumi teatrali della Fondazione Cerratelli, attinenti a spettacoli storici di numerosi teatri. In affiancamento la visione di bozzetti preparatori, disegni di figurini, maquettes teatrali. Secondo i diversi titoli degli spettacoli è possibile comprendere la poliedricità di Luzzati nel tempo, nelle creazioni per la pellicola filmica, il palcoscenico, la pagina scritta. Obiettivo dell’esposizione non vuole essere un esaustivo percorso sulla sua opera ma una sollecitazione e riflessione sui processi inventivi e immaginifici di Luzzati. Da il Candide di Voltaire declinato dalle oltre 30 lastre incise per il saggio di diploma all’Ecole des Beaux Arts di Losanna, allo spettacolo per le musiche di Leonard Bernstein del teatro di Saint Louis.

Scopriremo le illustrazioni originali per il libro omonimo per l’editore Nuages di Milano, il teatrino per la Fondazione Valton di Ischia, il Flauto Magico di Mozart approcciato come prima esperienza di teatro lirico a Glyndebourne alle illustrazioni per l’editore di Oxford, al parco giochi di Santa Margherita e ancora al mezzaro per Giglio Bagnara Editore.
Presenti numerose edizioni preziose nelle tecniche della serigrafia e della calcografia. Sorprendenti sono i costumi per la Cenerentola di Rossini per il Teatro Lirico di Genova del ’78, unitamente a quattro splendide tavole a tecnica mista e collage per il libro del grande editore Mario Vijak di Quadragono Libri ispiratrici allo storico spettacolo per la regia di Pippo Crivelli Le dodici Cenerentole in cerca d’autore, scritto da Rita Cirio. Una sala sarà dedicata interamente alla proiezione dei film d’animazione, di spettacoli e di interviste.


Emanuele Luzzati è stato un maestro in ogni campo dell’arte applicata. Nato a Genova nel 1921, ha collaborato con registi, architetti, artisti e scrittori di fama internazionale. La ricchezza del suo mondo fantastico, l’immediatezza ed espressività del suo stile personalissimo ne hanno fatto uno degli artisti italiani del nostro tempo più amati ed ammirati in tutto il mondo.

Decoratore, illustratore, ceramista si dedica alle scene e ai costumi teatrali, e più tardi alla realizzazione di film e disegni animati (I paladini, La gazza ladra, Alì Babà, Turandot e Pulcinella) che hanno ottenuto due nomination all’Oscar, dando a Luzzati l’ingresso all’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Nel 1975 Emanuele Luzzati è tra i fondatori del Teatro d Tosse di Genova con gli amici e colleghi storici Tonino Conte e Aldo Trionfo.

Ha realizzato scenografie per prosa, lirica e danza nei principali teatri italiani e stranieri, tra cui la Scala, London Festival Ballet, Glyndebourne Festival, Chicago Opera House, Staatsoper Theater di Vienna, l’Opera Theatre di Saint Louis, Teatro dell’Opera di Zurigo, Teatro Nazionale di Budapest, Teatro dell’Opera di Haifa, Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, English Opera Group, Münchner Festspiele.

Tra le sedi principali delle sue mostre personali: La Biennale di Venezia, Biennale dell’illustrazione di Bratislava, Centre Pompidou di Parigi, La Quadriennale di Praga, Boston University Library, Israel Museum Jerusalem, Auditorium della Musica, Triennale di Milano.
Tra le esposizioni collettive, ricordiamo la mostra alle Gallerie degli Uffizi del 2019 “Tutti i colori dell’Italia Ebraica” e la mostra “Artisti e capolavori dell’illustrazione – 50 Illustrators Exhibitions 1967 –2016”, che ha toccato numerosi luoghi della cultura del mondo: Breslavia, Cracovia, Pechino, San Paolo del Brasile, New York, Corea del Sud.