Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Quali sono i nemici del Papa? E i loro interessi, i loro volti. La riforme intraprese da Francesco fin dall’inizio del suo Pontificato hanno attirato molta attenzione tra fedeli e non credenti. Ma altrettanta preoccupazione da parte di settori interni al Vaticano e, a livello internazionale, in coloro che ormai contrastano l’azione di Jorge Mario Bergoglio. I loro attacchi nei confronti del Pontefice argentino, portati in maniera a volte nascosta, a volte scomposta, risultano ora sempre più forti e chiari. Ecco da quali settori arrivano, ecclesiastici e non, in ambito conservatore e tradizionalista, pure all’interno della stessa Chiesa cattolica. E anche chi, a torto o ragione, si oppone al disegno e al percorso di un Papa che in poco tempo ha sorpreso tutti, e può ancora cogliere tutti di sorpresa.
Marco Ansaldo (1959), genovese, è il vaticanista di Repubblica, e segue il Papa e le relazioni della Chiesa cattolica. Già corrispondente diplomatico e poi inviato speciale per la politica internazionale, insegna Giornalismo estero presso la LUISS di Roma, è consigliere scientifico della rivista di geopolitica LIMES, collaboratore del settimanale tedesco DIE ZEIT, consulente per RAI Radio3. Ha effettuato reportage in tutto il mondo. Gli ultimi suoi libri: “Le molte feritoie della notte. I volti nascosti di Fabrizio De André” (Utet, 2015), “Il falsario italiano di Schindler. I segreti dell’ultimo archivio nazista” (Rizzoli, 2012), “Uccidete il Papa. La verità sull’attentato a Giovanni Paolo” (Rizzoli, 2011), “Chi ha perso la Turchia” (Einaudi, 2011).
rassegna Religioni e intolleranza