Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

“Seminario di liuteria”
Sala del Minor Consiglio
28 maggio 2007

Nell’ambito della mostra:
Andrea Amati a Genova – Capolavori della liuteria cremonese
Musei di Strada Nuova – Palazzo Tursi – Sala Paganiniana
18 maggio – 10 giugno 2007

Acrobat

Scarica il depliant pdf

Niccolò Paganini mette tutti d’accordo e la Paganiniana cresce

Niccolò Paganini riesce là dove in molti falliscono. Intorno alla sua musica, al suo virtuosismo, al suo Cannone si è costituito un comitato di istituzioni (Comune e Provincia di Genova, Regione Liguria), associazioni (Fondazione Teatro Carlo Felice, la Giovine Orchestra Genovese GOG, il Conservatorio Statale di Musica “Niccolò Paganini”, l’associazione Amici di Paganini) a cui prende parte anche l’Università (in particolare l’InfoMus Lab del DIST, coordinato da Antonio Camurri). Grazie a questo concerto di intenti nasce un cartellone nuovo, unico e ricco per laPaganiniana 2007. Un’edizione già inaugurata dalla mostra: “Andrea Amati a Genova. Capolavori della liuteria cremonese” (Palazzo Tursi,fino al 10 giugno); che lunedì 28 maggio, a Palazzo Ducale, (dalle ore 15), ha in programma il seminario: “Capolavori della liuteria cremonese a confronto”, in un confronto sulle ultime ricerche storiche e scientifiche; e i consueti appuntamenti musicali (a cura della GOG),quest’anno ospitati al Teatro Carlo Felice, a Casa Paganini e nei Palazzi Storici dei Rolli, dal 22 settembre al 22 ottobre 2007. Un calendario solitamente denominato Paganiniana, che si fa festival in alternanza con il Concorso Internazionale di Violino “Premio Paganini” (la 52esima, si terrà nel 2008).

Al violinista Feng Ning, vincitore della 51esima edizione del “Premio Paganini” è lasciato il compito di aprire la manifestazione, sabato 22 settembre, al Carlo Felice, accompagnato dall’Orchestra del Carlo Felice, diretta da Riccardo Frizza. Il 12 ottobre, sempre al Carlo Felice, torna Leonidas Kavakos e la Camerata Salzsburg, con un concerto per violino di Bach e la trascrizione per archi di Gustav Mahler del quartetto di Schubert “La morte e la fanciulla”. Yuri Bashmet, Sergei Krylov e l’Orchestra Sinfonica Statale Nuova Russia, il 15 ottobre, propongono il 5° concerto di Paganini e Aroldo in Italia di Hector Berlioz (al Carlo Felice), e infine il 22 ottobre, la Philarmonisches Streichquintet Berlin presenta una vivace serata tra polche e valzer.

La parte concertista nei Palazzi dei Rolli, è una serie di esecuzioni al violino – principalmente al sabato – e prevede quattro ospiti: il 6 ottobre Enzo Porta (Palazzo Tursi), il 13 ottobre Diana Jipa (Palazzo Rosso), giovedì 18 ottobre Peter Sheppard Skaeverd (Palazzo Tursi) e il 20 ottobre ancora Peter Sheppard Skaeverd, al violino e Aaron Shorr al pianoforte (Galleria Nazionale di Palazzo Spinola in Pellicceria).

Il Conservatorio e il team dell’InfoMus Lab, diretto da Antonio Camurri del DIST, sono tra le associazioni che per missione curano la parte di studi e ricerche. Tra le novità, il Conservatorio che da soli due anni ha un nuovo corso di musica applicata alle nuove tecnologie tenuto da Roberto Doati, bandisce quest’anno il primo concorso di iperviolino: una commistione tra strumento tradizionale e contaminazioni tecnologiche che ampliano la gamma compositiva e esecutiva (il bando scade il 30 giugno). A Casa Paganini si ascolteranno brani dei vincitori.

E proprio a Casa Paganini l’InfoMus Lab, notissimo a livello internazionale, prosegue gli studi nel campo della liuteria digitale e si metterà a confronto su questo tema con un’altra eccellenza europea l’IRCAM di Parigi (martedì 16 ottobre). Tra i successi dell’InfoMus Lab la notizia che la prossima conferenza mondiale sulle interfacce musicali, “New Interfaces for musical expression”, quest’anno a New York, nel giugno 2008 sarà a Genova. Tratto da Focus On N.26, 28/05/2007
vedi l’archivio di Focus On

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi