Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Ethica
di Baruch Spinoza

La filosofia come lotta per la verità non è astratta dottrina e meno che mai una semplice professione ma è un modo di vivere: per questo Spinoza intitola la sua opera principale Etica. Per lui condotta intellettuale e vita reale sono una medesima cosa. E’ lui stesso a dirlo in una lettera a De Blyenberg: “ e se anche un giorno scoprissi essere falso il frutto che ora ricavo dall’intelletto naturale, mi renderebbe fortunato il fatto che ne godo e che cerco di trascorrere la vita non in afflizione e gemito, ma in tranquillità in allegria” (Ep. 21). La filosofia è esercizio della mente e insieme vita pratica e il pensiero è chiamato ad un compito che non ammette resa. Per questo la filosofia e sempre nel suo incipit, è un continuo ricominciare. Leggere un filosofo significa, dunque rinnovare tramite lui l’esperienza del pensare e questo può accadere solo se ci s’immedesima con la sua stessa esperienza.

Salvatore Natoli è nato a Patti (ME) il 18/09/1942. Laureato in Filosofia morale, ha insegnato Logica nell’Università degli studi Ca’ Foscari di Venezia, Filosofia della politica nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Milano-Statale e Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Nella sua ricerca ha preso ad oggetto passioni e affetti: dolore, felicità; da ultimo la teoria dell’azione e le forme del fare. Si distingue nel panorama filosofico ita¬liano e internazionale e in serrato dibattito e confronto con il Cristianesimo è approdato ad una nozione di “etica del finito” radicata nell’ontologia della relazione.
Molte le sue pubblicazioni. Tra queste:
L’esperienza del dolore. Le forme del patire nella cultura occidentale, Feltrinelli, Milano 1986;
La felicità. Saggio di teoria degli affetti, Feltrinelli, Milano 1994;
Dizionario dei vizi e delle virtù, Feltrinelli, Milano 1996;
Dio e il divino. Confronto con il cristianesimo, Morcelliana, Brescia 1999;
La felicità di questa vita, Mondadori, Milano 2000;
Stare la mondo, Feltrinelli, Milano 2002;
Il buon uso del mondo. Agire nell’età del rischio, Mondadori, Milano
Guida alla formazione del carattere, Morcelliana, Brescia 2006
L’edificazione di sé, Laterza, Bari 2010
Perseveranza, Il Mulino, Bologna 2014
L’antropologia politica degli italiani, La Scuola, Brescia 2014

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi