Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

La mano di Paganini
negli studi di Renzo Mantero
martedì 22 gennaio 2019, ore 17.45
Munizioniere

Le mani straordinarie di Nicolò Paganini sono state lo strumento primario ed essenziale della sua irripetibile vicenda artistica.
Le mani straordinarie di Nicolò Paganini sono state, per tutta la sua vita, l’oggetto su cui il Prof. Renzo Mantero ha indagato con passione di scienziato e di vero innamorato.
Mario Igor Rossello, suo allievo ed erede alla direzione del Centro Regionale di Chirurgia della mano dell’Ospedale San Paolo di Savona, racconta le tappe di questa investigazione e come sia stata per lui stesso contagiosa l’inesauribile fascinazione per la mano umana del Prof. Mantero.
L’incontro toccherà i seguenti argomenti:
– la descrizione della struttura anatomica delle mani di Paganini, come reperite nei documenti dell’epoca, e desumibili dal famoso calco della sua mano;
– valutazione degli aspetti generali della salute e delle abitudini alimentari di Paganini;
– riferimenti a testimonianze mediche dell’epoca;
– in conclusione, approfondimento sul fatto che le mani di Paganini fossero iperabili anche per la sindrome di Marfan della quale era verosimilmente affetto.

Nell’ambito degli incontri Intorno a Paganini Rockstar

Mario Igor Rossello, Specializzato in Chirurgia della mano nel 1986 e in Ortopedia nel 1992, ha conseguito nel 1996 il Diploma europeo in Chirurgia della mano. In servizio dal 1983 presso il Centro savonese fondato dal Prof. Renzo Mantero, ne è divenuto Direttore nel 2001. Autore di oltre 200 presentazioni in eventi scientifici nazionali e internazionali e di 137 pubblicazioni su Riviste e Testi Italiani e internazionali. Presidente della Società Italiana di Chirurgia della mano dal 9/10/2009 al 6/10/2011. Vicepresidente della Fondazione savonese per gli studi sulla mano dall’1/8/2001 a tutt’oggi. Dal 2001 Direttore dell’annuale “Corso Propedeutico di chirurgia e riabilitazione della mano” di Savona. Un’intera vita professionale dedicata alla Chirurgia della mano.
 
Claudio Proietti, ha dedicato in in massima parte la sua attività concertistica, come solista, camerista e accompagnatore di cantanti, al repertorio moderno e contemporaneo. Nel 1989 fondò E.CO. Ensemble per l’Esperienza Contemporanea con cui ha partecipato ai più importanti festival e stagioni in Italia, Europa e Sud America proponendo, sempre senza direttore, i capolavori del Novecento storico accanto alle opere più significative dei maestri della modernità e ai lavori dei massimi compositori viventi spesso in prima esecuzione.
Ha registrato molti dischi, dedicati a Liszt, Bartók, Schoenberg e ad autori contemporanei. Nel 2017, per Brilliant Classics, ha realizzato la prima registrazione assoluta degli Shakespeare Sonnets e degli Shakespeare Duets di Mario Castelnuovo Tedesco. La stessa etichetta pubblicherà nel 2019 un’ampia raccolta di Mélodies di Francis Poulenc interpretata a fianco del soprano Valentina Coladonato.
Ha pubblicato vari libri fra cui due monografie dedicate al compositore Ivan Fedele e un’analisi del Mikrokosmos di Bartók.
È stato docente e direttore del Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova nonché direttore artistico del Teatro “Verdi” di Pisa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi