Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

presentazione del nuovo numero di Limes,
America contro Iran

venerdì 14 febbraio 2020
ore 17.45
Sala del Minor Consiglio

Il 3 gennaio 2020 l’assassinio per mano americana di Qasem Soleimani, comandante della Forza Quds dei Guardiani della rivoluzione islamica, ha innalzato il livello dello scontro tra Washington e Teheran a un grado senza precedenti.

La scenografica eliminazione del generale persiano è dimostrazione di quanto, a differenza della vulgata comune, gli Stati Uniti primeggino ancora in Medio Oriente. A scapito dei movimenti di potenze secondarie – Russia, Turchia, Iran, Israele – intente a sottrarre a Washington frammenti di aree di influenza. 

Intenzionati a impedire l’emergere di un egemone regionale, gli Stati Uniti continuano ad amministrare il quadrante puntellando i soggetti più fragili e colpendo quelli più robusti. Ma l’uccisione di Soleimani è tutt’altro che il segno della fine della partita, il cui terreno di scontro principale ora è in Iraq. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi