Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

L’Italia al fronte del caos
presentazione dell’ultimo numero di Limes, rivista italiana di geopolitica
venerdì 19 marzo 2021 ore 18.30, canale YouTube di Palazzo Ducale

Il mare intorno a noi sta diventando terra, territorio conteso tra tutte le potenze mediterranee ma anche fra le massime potenze esterne: Stati Uniti, Cina, Russia, Turchia. L’Italia si trova schiacciata in una contesa nella quale non ha ancora trovato il bandolo della matassa: in questo volume di Limes si esamina il caos alla frontiera dell’Italia, un caos mediterraneo che preme in particolare sul nostro Sud, più specificamente sulla Sicilia, che rende più fragile tutto il sistema paese, forse non ancora del tutto consapevole di ciò che accade alla nostra frontiera meridionale.

Che cosa è successo nell’ultimo anno su quel fronte? Nella Libia, ormai destrutturata e spartita, si sono insediate due grandi potenze: la Russia, considerata dal nostro azionista di riferimento, gli Stati Uniti d’America, come il nemico con la N maiuscola, al pari della Cina. L’altra è la Turchia, iscritta formalmente alla nostra stessa alleanza atlantica, ma che di fatto si muove per conto suo. Avere i russi in Cirenaica, avere i turchi a Tripoli e capire che non se ne vogliono andare, mentre intorno a loro il caos aumenta e la Tunisia sembra sull’orlo del collasso implica una maggiore attenzione e possibilmente anche qualche provvedimento da parte italiana.

La prima parte di questo numero è dedicata alla Sicilia e in particolare allo Stretto di Sicilia, quel breve tratto di mare che ci separa dal Nord Africa e che collega i due grandi oceani strategici di questo pianeta: l’Indopacifico e l’Atlantico. Questa attenzione che normalmente la comunicazione italiana non dà ci porta a considerare quanto sia grave il rischio di fenomeni separatistici o di frammentazione del nostro territorio, quando osserviamo l’Italia dalla prospettiva meridionale.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi