Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Saluto del presidente della Fondazione
di Palazzo Ducale Dott. Luca Borzani
 
Partecipano:
– Presidente della commissione Antimafia On. Rosy Bindi;
– Prefetto di Genova Dott.ssa Fiamma Spena;
– Magistrato Dott. Carlo Brusco;
– Presidente Regione Liguria Dott.Giovanni Toti;
– Assessore alla legalità del comune di Genova Dott.ssa Elena Fiorini;
 
 
L’azione della grande criminalità che diventa impresa e della piccola criminalità, determinata anche da una condizione di miseria nella quale sono sprofondate diverse migliaia di cittadini, accompagnata da una cattiva educazione civica, ha alimentato un comportamento di rassegnazione e sopportazione degli eventi che interessano giorno dopo giorno la cronaca cittadina e nazionale facendo crescere un forte senso di insicurezza e di sfiducia nei confronti delle istituzioni.
 
La Liguria ha una forte presenza di disoccupazione che interessa cittadini autoctoni e immigrati ed ha un forte bisogno di lavoro, di case a prezzi sostenibili e di sanità accessibile per tutti.
 
La Liguria come tutte le regioni d’Italia ha la sua presenza mafiosa legata alle condizioni geografiche e agli interessi economici che questo territorio rappresenta.
 
Libera Genova ritiene che sia necessaria una vera e propria rivoluzione culturale che produca dal basso una presa di coscienza democratica e crei una forte reazione in contrasto a ciò che è illegale rivendicando i diritti esigibili di ogni cittadino.
 
La corruzione, la concussione, le clientele, il favore, la raccomandazione fanno parte dello stesso brodo di coltura e non sono parte della legalità.
 
La legalità è un diritto da rivendicare; la legalità è un bene da far rispettare e su questo terreno ci dobbiamo misurare tutti.
 
Per questo è nostra intenzione, in occasione dei venti anni di Libera, promuovere una iniziativa che possa mettere a confronto le istituzioni ai diversi livelli al fine di rilanciare una linea di condotta che affronti questa condizione di malessere che soffoca l’ economia e il diritto ad una vita serena dei nostri cittadini.
 
Partiamo dalla Liguria quindi per conoscere qual è la situazione reale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi