Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

3 – 4 – 5 maggio 2019
 

 Consulta qui il programma completo
 
Scopri il programma giorno per giorno:
venerdì 3 maggio,
sabato 4 maggio,
domenica 5 maggio

L’iniziativa I giorni del LIBRO PICCOLO intende proporre una riflessione intorno a una serie di parole chiave del nostro presente – tra cui muri, confine, identità, Europa – facendo convergere intorno ad esse autori che hanno proposto analisi e letture di quei fenomeni, con l’invito a portare all’evento il loro laboratorio di riflessione e il processo che dopo la costruzione del libro ha generato domande, repliche, interventi, precisazioni, in generale il carattere di work in progress.

Il libro piccolo della dimensione di un E-reader, non è solo genericamente “il tascabile” ma un genere editoriale che corrisponde al bisogno di fornire un quadro del sapere di questo nostro tempo con uno strumento agile.

L’affermazione di questa forma di libro, in cui si esplicita e si crea una riflessione pubblica, è il risultato di una dinamica che trae origine dal “tempo” della lettura, che è rapido, veloce, ma tende a concentrarsi immediatamente sull’argomentazione e dunque su una parola chiave. La parola chiave nel tempo breve-medio non si fissa in un solo significato, ma sollecita un continuo confronto sul suo contenuto, ridefinendosi e riaggiornandosi.

Il profilo del libro piccolo è di ridare una prospettiva al libro, tappa riflessiva di un percorso, e di renderlo un prodotto “aperto”, che dialoga e coinvolge. Non ha la pretesa di raccontare tutto. Talvolta ha la funzione di ridiscutere un luogo comune o qualcosa dato per scontato, talvolta di aprire un tema a cui non abbiamo prestato attenzione, talvolta è un momento di bilancio o uno strumento che guida alla lettura di altri testi.

A cura di David Bidussa, in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Centro Culturale Primo Levi

Scopri il programma giorno per giorno: venerdì 3 maggio, sabato 4 maggio, domenica 5 maggio

La mostra Il libro piccolo e clandestino
Una mostra dedicata ad un periodo drammatico della storia del “Secolo breve”: la Resistenza nel corso della Seconda Guerra Mondiale contro le forze occupanti nazi-fasciste. In situazioni di clandestinità, sotto il costante rischio di cattura, di deportazione o di esecuzione sommaria da parte degli apparati di polizia, la Resistenza ha fatto ricorso al libro di piccolo formato per veicolare più agevolmente nella popolazione la volontà di ribellione e gli ideali di libertà.
Gli esemplari di libri, volantini e riviste, stampate e distribuite nella clandestinità, appartengono alla collezione di Beppe Manzitti.

Si ringraziano per la collaborazione le case editrici: Bollati Boringhieri, Donzelli, Einaudi, Feltrinelli, Garzanti, Giuntina, il Mulino, La nave di Teseo, Laterza, Marsilio, Utet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi