Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Piccola Banda di Cornamuse
Siam qui a cantar la stela – Unico figlio

Gabriele Coltri Direzione artistica, arrangiamenti e adattamenti
in collaborazione con Davide Baglietto e Edmondo Romano
gruppo Cabit

Caterina Sangineto, Voce, flauto contralto Marc Novara, Organo Massimo Cialfi, Paolo Cignozzi, Gabriele Coltri, Barbara Knopf, Corrado Perazzo, Federica Peruzzo, Edmondo Romano Musette 16″ in sol Davide Baglietto, Alessandro Chiesa, Ermanno Pinna Musette 23″ in do
 
Siamo qui a cantar la stela – Unico figlio.
Musiche e canti del Natale nella tradizione ligure ed europea
 
 
Matteo Coferati (1638-1703)
Quel fanciullin che vedi (da Corona di Sacre Canzoni, Firenze 1675)
Anonimo francese
Les trois anges, Noel tradizionale del Bourbonnais
Anonimo francese (XVII secolo)
Célébrons la Naissance – Or nous dites Marie, Noel
Anonimo piemontese
La notte di Natale, Canto tradizionale della Val Curone
Anonimo corso
Ghjuvanina, Canto tradizionale
John Goss (1800-1880), musica
Edward Caswall (1814-1878), testo
See amid the winter’s snow
Anonimo ligure (sec. XVIII)
– Pastorale (da manoscritto, Biblioteca Conservatorio “Niccolò Paganini”, Genova)
Anonimo lombardo
– La Pastorella, Canto tradizionale di Canneto sull’Oglio (MN)
Gabriele Coltri
Su via compagni in fretta (su testo tradizionale ligure)
Nigel Eaton, musica – Iain Frisk, testo
The Halsway Carol
Anonimo francese
Noel nouvelet, tradizionale Francia
Franco Minelli
Tre re dall’oriente, tradizionale della Val Curone
Gabriele Coltri
Domenega
Anonimo imperiese
L’unico figlio, tradizionale di Ceriana (IM)
 
 
Piccola Banda di Cornamuse – Nasce nel 2012 attorno a uno strumento musicale che, dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso ad oggi, ha visto una rinascita che va oltre i confini della sua regione di appartenenza e una diffusione a livello europeo in costante crescita: la “musette”, cornamusa del centro della Francia tipica di regioni come Berry, Bourbonnais, Morvan, Nivernais. Nel 1989 in Italia si contavano solo tre suonatori di “musette”, tra i quali Gabriele Coltri, uno dei fondatori e direttore della Piccola Banda. Al contrario della Highland Bagpipe (la cornamusa scozzese), la “musette” non ha una tradizione bandistica, tanto meno militare, ma si presta maggiormente ad arrangiamenti in polifonia grazie alle differenti taglie di questo strumento. La Piccola Banda di Cornamuse, composta da una decina di musicisti provenienti dal nord-ovest d’Italia e dal Canton Ticino (Svizzera), basa il suo sound su questo gioco polifonico in un repertorio che spazia da quello specifico delle cornamuse della Francia centrale a musiche della tradizione italiana e inglese, integrato da composizioni originali per “musette” e adattamenti di brani provenienti da altri mondi musicali. Utilizza musettes nelle tonalità di sol (16″) e do (23″) per proporre in polifonia musiche da ballo (bourrée, valzer, scottish, mazurke), marce e altre melodie tradizionali. La direzione artistica e gli arrangiamenti sono curati da Gabriele Coltri. Con un programma dedicato alla musica tradizionale del centro della Francia, la Piccola Banda di Cornamuse ha suonato in alcuni festival folk del nord Italia e alla FIM (Fiera Internazionale della Musica) di Genova. Nel 2015, per la prima volta, la Piccola Banda di Cornamuse ha presentato a Milano “Siamo qui a cantar la Stela”, musiche e canti del Natale in Europa, avvalendosi della preziosa collaborazione di Caterina Sangineto alla voce e di Marc Novara all’organo. Nel 2016 ha riproposto questo programma in una nuova veste che ha visto un notevole arricchimento del precedente organico, includendo anche l’inserimento del chalumeau, di flauti barocchi e di strumenti elettronici in un insolito mélange di sonorità antiche e contemporanee. Con questo concerto la Piccola Banda di Cornamuse è stata inclusa nel programma della XX edizione di “La musica dei cieli”, una delle più importanti rassegne in Italia di canti del Natale dal mondo. Nel 2017 prende parte, eseguendo alcuni brani corali dell’album, al CD della formazione “Cabit”, prodotto dalla prestigiosa etichetta internazionale di musica world Felmay.

Gabriele Coltri – Componente di diverse formazioni di musica tradizionale, dal 1984 suona per il Bal-Folk, prima con la cornamusa scozzese e il biniou-kozh della Bretagna poi con le musette e le cabrette del centro Francia. Svolge attività concertistica in Europa, Turchia e Canada con diverse formazioni musicali. Ha inciso con il gruppo Calicanto (musica veneta), Picotage (musica francese), Is-Trio (musica istriana), Mireille Ben Ensemble (musica francese), Trio Coltri-Menduto-Morelli. Si è specializzato anche nella musica da ballo con diverse formazioni (Double Souffle, Trio Blanc-Chantran-Coltri, Duo Coltri-Novara…). È componente dell’ADP (Atelier de la Danse Populaire) di Parigi, che si occupa della ricerca e della pratica della musica, del canto e della danza tradizionale e storica, attraverso un insegnamento teorico e pratico (atelier e stage in Francia e all’estero).

www.concertidisantorpete.com