Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Il virtuosismo nelle grandi opere d’arte
Dal 14 febbraio al 28 marzo 2019
Salone del Maggior Consiglio, ore 21
 
In collaborazione con
 
 
 
 
Partecipa al concorso e vinci un’opera UTET
Iscrizioni al tavolo d’ingresso in Sala, prima della conferenza

Alla voce “virtuosismo” dell’Enciclopedia Treccani si legge: “Il fatto e la qualità di possedere, e di dimostrare, una grande abilità tecnica, soprattutto in musica e in altre attività artistiche…”. E’ significativo che nella voce enciclopedica virtuosismo musicale e virtuosismo artistico siano proposti come i principali ambiti dove si possano esprimere abilità e qualità da virtuosi. Questo nesso strettissimo ha ispirato la VII Edizione de I Capolavori Raccontati, in riferimento alla mostra dedicata a Niccolò Paganini. In questa edizione storici dell’arte, direttori di musei e giornalisti di chiara fama si cimentano nell’avvincente racconto dei grandi capolavori dell’arte italiana ed europea, per mettere in luce l’estremo virtuosismo espresso da pitture, sculture e architetture nel trattamento dei materiali, nelle tecniche, nell’applicazione delle regole architettoniche e prospettiche, fino alla ricerca di effetti speciali e di complesse e affascinanti allegorie. Il tutto con un unico fine: suscitare la “maraviglia” di chi guarda.
A cura di Marco Carminati

14 febbraio 2019, ore 21
Salvatore Settis
Il virtuosismo nelle allegorie: La Tempesta di Giorgione

21 febbraio 2019, ore 21
Guido Beltramini
Il virtuosismo nelle regole: il Teatro Olimpico di Palladio
 

28 febbraio 2019, ore 21
Marco Carminati
Il virtuosismo nel marmo: il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino
 
 
 

7 marzo 2019, ore 21
Cristina Acidini
Il virtuosismo negli affreschi: La cavalcata dei Magi di Benozzo Gozzoli
 

14 marzo 2019, ore 21
Piero Boccardo
Il virtuosismo negli spazi: la volta Barberini di Pietro Cortona

21 marzo 2019, ore 21
Stefano Zuffi
il virtuosismo della prospettiva: Ambasciatori di Hans Holbein
 

28 marzo 2019, ore 21
Antonio Paolucci
Il virtuosismo negli effetti speciali: Tintoretto&Tiepolo a confronto
 
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi