Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Alla scoperta dei mille volti dell’utile. La coperazione sociale in liguria

Incontro
“Alla scoperta dei mille volti dell’utile.
La cooperazione sociale in Liguria”
Conversazione tra Don Antonio Balletto e Gianni Berengo Gardin
Cortile Maggiore
17 luglio 2007

Orario: 17.30
ingresso libero

In occasione della presentazione del libro fotografico ‘I mille volti dell’utile di Gianni Berengo Gardin’

Introduce: Vito Vattuone, Vice Presidente FI.L.S.E.
Partecipano: Massimiliano Costa, Riccio Da Passano, Giorgio Giorgetti, Fabio Morchio, Alessandro Repetto, Giovanni Vesco.

Ci sono uomini che sanno leggere le storie di altri uomini, che sanno scorgere cose che agli altri sono nascoste, che sanno parlare ai cuori oltre che alle menti, anche quando parlano di lavoro, di dignità delle persone, di cultura, di etica e di responsabilità. Quando due di questi uomini si incontrano, a noi non resta che ascoltarli, per cogliere nelle loro parole le “cose”da portare poi nella nostra vita di tutti i giorni, nel lavoro, nei rapporti con gli altri e magari anche là …. dove si decide.

A cura di FILSE e Centro Sviluppo Economia Sociale
per informazioni tel.0108403394


I mille volti dell’utile – Berengo Gardin presenta la sua ricerca sulla cooperazione sociale in Liguria

Nonostante l’assenza per problemi di salute del teologo genovese Don Antonio Balletto, si è ugualmente svolta nell’atrio di Palazzo Ducale, la presentazione del volume fotografico I mille volti dell’utile di Gianni Berengo Gardin, uno dei più noti fotografi italiani. Un’occasione per approfondire un argomento spesso trascurato.
Il libro di Berengo Gardin raccoglie tutte le immagini scattate in diverse cooperative sociali liguri e recentemente esposte in una mostra fotografica allestita prima a Genova, poi a Sestri Levante. «Non sapevo molto delle cooperative sociali» ha dichiarato il fotografo, «ed è stato interessante scoprirle qui a Genova. È sorprendente il numero delle cooperative presenti in Liguria ».

Nella nostra regione sono centinaia le cooperative sociali, e gli addetti che vi lavorano superano di gran lunga le diecimila unità. Spesso confuse con il volontariato, sono un motore di sviluppo economico, vere e proprie attività imprenditoriali che hanno obiettivi diversi da quelli delle normali imprese. Non mirano al profitto, ma hanno a che fare con i valori e le dimensioni dell’umano. Inoltre, nel fare cooperazione non è solo importante cosa si fa, ma come lo si fa: le cooperative, in questo senso, hanno un valore aggiunto rispetto ad ogni altra azienda, in quanto il lavoro svolto non viene fatto per coloro che hanno un disagio, ma insieme a loro.

Quest’ultimo aspetto è forse ciò che maggiormente emerge dalle fotografie di Berengo Gardin: esse mostrano più di ogni parola cosa significa operare nel mondo della cooperazione sociale, e vedendo ogni foto si riesce a vedere tutto quello che c’è dietro.
In chiusura dell’incontro, un’anticipazione per quanto riguarda il futuro della mostra I mille volti dell’utile: innanzitutto sono in programma altre tappe sul territorio regionale, e poi, probabilmente verso la fine dell’anno, si pensa di ripetere l’iniziativa fuori dai confini non solo regionali, ma anche nazionali, con un’esposizione a Bruxelles.

Tratto da Focus On N.35, 18/07/2007
vedi l’archivio di Focus On

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi