Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

incontro introduttivo
martedì 10 dicembre 2019, ore 17.45
Sala del Maggior Consiglio

 Scarica il flyer
 Scarica il pieghevole

Incontro con Serena Bertolucci, Mario Beccaria, Simona Morando e Alessandro Ferraro. Presentazione del ciclo di incontri dedicati alla Genova letteraria del Novecento, in programma per la primavera 2020 a Palazzo Ducale, a cura di Alessandro Ferraro, in cui scoprire i luoghi di grandi poeti come Gozzano, Campana, Sbarbaro, Montale, Caproni e Sanguineti, un patrimonio culturale fatto di pagine e luoghi, da preservare e valorizzare.
 

Genova è la città dei poeti, anzi potrebbe vantarsi dell’inesistente titolo di Capitale Italiana della Poesia Novecentesca senza sembrare irragionevole o arrogante. Guido Gozzano, Dino Campana, Camillo Sbarbaro, Eugenio Montale, Giorgio Caproni, Edoardo Sanguineti e altri ancora hanno messo magistralmente in versi Genova. Un ciclo di incontri ci consente di scoprire i luoghi letterari della nostra città. Dopo la bagarre della bohème di Galleria Mazzini e le gite in barca di Guido Gozzano, perlustriamo l’allucinata e sonnambula città di Dino Campana e Camillo Sbarbaro; passiamo poi, con Montale, per Corso Dogali e ci inoltriamo nell’«oscura primavera di Sottoripa». Un saliscendi che continua seguendo Caproni, che si prenda con il poeta l’Ascensore di Castelletto, si percorrano le Stanze della funicolare o si proceda a piedi per questa città «tutta scale», facendo attenzione a non rotolare rovinosamente come la studentessa di via Balbi 3 osservata da Sanguineti; per arrivare alle poesie più recenti e osservare nella sua interezza la Genova dei poeti, «dove inclina / la rondine: la rima»

Progetto ideato dall’Associazione culturale Luoghi d’Arte, in collaborazione con DIRAAS dell’Università di Genova

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi