Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Si svolge come di consueto tra Albisola Marina Albissola Superiore Genova Savona il Festival Internazionale della Maiolica. Il tema prescelto per l’edizione 2009 è il FUTURISMO di cui ricorre il centenario. La prima parte del Festival, dal 18 al 27 aprile, si svolge nelle Albisole e a Savona, la seconda parte a Genova dal 28 aprile al 3 maggio. La manifestazione comprende una serie di eventi tutti incentrati sulla ceramica: mostre di carattere storico, mostre-mercato, concorsi e rassegne, convegni, laboratori, presentazioni, itinerari e spettacoli.

Il contributo ligure alla storia del futurismo è evidente sin dai primi anni di formazione del movimento creato da Filippo Tommaso Marinetti, ma fu comunque negli anni tra le due guerre che la Liguria svolse un ruolo di primo piano all’interno delle sue dinamiche estetiche e culturali: centrali futuriste si formarono – intrattenendo proficui scambi con tutte le altre realtà futuriste della penisola – a Genova, La Spezia, Chiavari e Albisola. Tra esse l&rsquoesperienza più importante e significativa fu comunque rappresentata, grazie alla intensa attività promozionale svolta da Tullio D’Albisola – firmatario nel 1938 insieme a Marinetti del manifesto Ceramica e areoceramica – dalla produzione di ceramiche futuriste di Albisola. Sia all’interno della celebre manifattura Mazzotti, la cui casa atelier fu progettata dall’architetto, pittore, grafico e ceramista Nicolaj Diulgheroff, sia nelle altre manifatture presenti sul territorio, tra le quali si possono citare la SPICA e la Fiamma, fondata da Ivos Pacetti nel 1929, si venne infatti a creare un fertile terreno di ricerca, rispetto alle nuove forme espressive del futurismo, che attirò ad Albisola alcuni tra i principali esponenti del movimento futurista, ponendo così le basi per quella apertura artistica nazionale e internazionale che sarà riconfermata dalla nuova stagione albissolese del dopoguerra.

La maiolica ligure inizia la sua trionfale affermazione nel XVI secolo, quando, grazie all’ottima qualità degli impasti, alla brillantezza degli smalti e alla finezza dei decori, diviene oggetto di una vastissima diffusione che comprende non solo i paesi europei ma anche il Nuovo Mondo. Dalle manifatture delle Albisole, di Savona e di Genova, protagoniste, insieme alle altre arti, del “Secolo d’oro dei Genovesi”, escono i grandi servizi da tavola per le corti e per le famiglie aristocratiche d’Europa, i monumentali vasi da farmacia e gli oggetti d’arredo per le dimore nobiliari. Questa splendida stagione prosegue nel Settecento con una produzione sempre di elevato livello e ricchissima di nuove tipologie di forme e decori. I fasti della maiolica ligure vengono rinverditi nel Novecento dalle Albisole che, grazie alla presenza di ceramisti di eccezionale livello, come Tullio e Torido Mazzotti e al loro sodalizio con artisti e poeti provenienti anche da lontani paesi, divengono le protagoniste di uno fra i più importanti capitoli dell’arte contemporanea. Accanto alla produzione delle manifatture locali che portano avanti l’antica tradizione, questo fervore artistico prosegue ancora oggi, grazie ad eventi che richiamano nuovamente artisti di fama internazionale a lavorare nelle manifatture e botteghe liguri e all’attività di numerosissimi circoli e gallerie. Innumerevoli sono le tracce di questa grande produzione artistica in campo ceramico, rappresentate da collezioni pubbliche e private, rivestimenti parietali e pavimentali di edifici storici, opere in parchi, ville, giardini e passeggiate, arredi urbani, studi e case d’artista e dalla presenza di strumentazioni di lavoro di rilevante interesse per la storia della tecnica e per la scienza, veri e propri reperti di archeologia industriale.
Per valorizzare degnamente l’anniversario del Futurismo è stato indetto un concorso “Brocche e Vasi del Futurismo” rivolto a ceramisti artigiani, artisti e allievi di Scuole d’arte e Università con sede sul territorio della Liguria. Il concorso che giunge alla sua III edizione ha visto un crescendo di partecipanti fino a superare un centinaio di iscrizioni segno tangibile dell’interesse e sensibilità degli artigiani , artisti e allievi delle scuole.


Link correlati:
www.festivaldellamaiolica.it
www.regione.liguria.it
www.comune.genova.it
www.comune.savona.it
www.comune.albissolamarina.sv.it
www.comune.albisola-superiore.sv.it
www.museosantagostino.it
www.museidistradanuova.it
www.museigenova.it
www.inforiviera.it
www.villafaraggiana.it