Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Festival della Criminologia
III edizione
Il lato oscuro

sabato 11 gennaio 2020
ore 9
Sala del Maggior Consiglio

Carl Gustav Jung ha definito l’ombra dicendo che essa contiene tutte quelle parti del nostro essere che abbiamo cercato di nascondere o negare. Comprende quegli aspetti oscuri, appunto non «messi in luce», quindi sia negativi che positivi che non riteniamo accettabili. L’Ombra appare tanto più densa e minacciosa quanto meno è cosciente. E’ questo il paradosso dell’Ombra: quanto più neghiamo e rimuoviamo, tanto più queste parti scisse riemergono in maniera incontrollata e autonoma, a volte violenta. Il Doppio, il rivale-compagno, è un altro motivo universalmente presente, strettamente connesso alla problematica dell’Ombra.
Il Doppio si configura come immagine simmetrica, speculare dell’Io. E’ esattamente all’opposto di ciò che siamo e di ciò che saremo e se l’Ombra si cronicizza, il Doppio diviene il nostro alter-ego. Nella mitologia e nella narrativa, sia letteraria sia cinematografica, il doppio complementare è un motivo ricorrente, perché inscindibilmente legato alla natura umana.
L’esplorazione delle parti oscure dell’essere – nell’individuo, nella società e nella storia – sarà il tema dell’edizione 2020 del Festival, che vedrà anche stavolta il contributo di relatori di rilievo nazionale e internazionale, appartenenti ad ambiti disciplinari diversi.

Ore 9
SALUTI INTRODUTTIVI
Angelo Zappalà (direttore Festival della Criminologia)
Massimo Righi (vicedirettore Il Secolo XIX)
Matteo Indice (viceresponsabile cronaca Il Secolo XIX)

Ore 9.10-9.40
RIS. La scena del crimine: innovazioni tecnologiche e potenzialità investigative

Ore 9.45 – 10.15
Il lato oscuro della memoria: amnesia nei crimini violenti
STEFANO ZAGO (neuropsicologo forense, Università di Milano)

Ore 10.30 – 11.15
I
l delinquente: specchio oscuro della società
ALFREDO VERDE (psicologo, criminologo, Università di Genova)
UBERTO GATTI (medico specialista in Psicologia, criminologo, Università di Genova)

Ore 11.30 – 12
La triade oscura della personalità: narcisismo, machiavellismo e psicopatia
ANDREA FOSSATI (psicoterapeuta, preside Facoltà di Psicologia Università San Raffaele di Milano)

Ore 12.15 – 12.45
«Colpo su colpo». Una storia di omosessualità, bullismo e guantoni da box
RICCARDO GAZZANIGA (scrittore)
Modera FRANCESCA FORLEO (giornalista, Il Secolo XIX)

Ore 14.15 – 15
Storie di spie
GUIDO OLIMPIO (giornalista)
Modera MARCO MENDUNI (giornalista, Il Secolo XIX)

Ore 15.15 – 16
Infiltrati tra i Narcos
FEDERICO CAFIERO DE RAHO (procuratore nazionale antimafia)
RICCARDO SCIUTO (colonnello Carabinieri, direzione centrale antidroga)
INFILTRATO SOTTO COPERTURA
Modera TOMMASO FREGATTI (giornalista, Il Secolo XIX)

Ore 16.15 – 17
I falsi misteri della storia criminale
ARMANDO SPATARO (magistrato)
Modera MARCO GRASSO, giornalista (Il Secolo XIX)

Ore 17.15 – 18
Body shaming e odio social
LAURA BOLDRINI (deputata)
GIOVANNI TOTI (presidente della Regione Liguria)
Modera EMANUELE ROSSI (giornalista, Il Secolo XIX)

Ore 18.15 – 19
Stati d’assedio
DOMENICO QUIRICO (giornalista, La Stampa)
Modera MARIO DE FAZIO (giornalista, Il Secolo XIX)

Ore 19.15 – 19.45
I geni del male: cattivi si nasce, si diventa o…
VALTER TUCCI (Senior Group Leader, Neurobehavioural Genetics, Istituto Italiano di Tecnologia di Genova)
Modera ANGELO ZAPPALA’ (direttore Festival della Criminologia)

Ore 21.15 – 22.30
Dario Argento. Il brivido del racconto
DARIO ARGENTO (regista)
Intervista/spettacolo con STEVE DELLA CASA (critico cinematografico)

Il programma può subire variazioni, per essere sempre aggiornati: www.festivaldellacriminologia.it

TUTTI GLI INCONTRI SONO A INGRESSO LIBERO, FINO A ESAURIMENTO POSTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi