Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Nato a Bagheria, in provincia di Palermo, nel 1943, è stato il primo fotografo italiano a far parte dell’agenzia fotografica Magnum Photos.
I primi lavori sono dedicati alle feste popolari siciliane, confluite poi nella pubblicazione Les Siciliens (Denoel), con testi di Doménique Fernandéz e Leonardo Sciascia, cui rimarrà legato da una profonda amicizia.
Trasferitosi a Parigi, scrive per Le Monde Diplomatique e La Quinzaine littéraire e soprattutto conosce Henri Cartier-Bresson, le cui opere lo avevano influenzato fin dalla gioventù. E’ il grande fotografo francese ad introdurlo nel 1982 nella prestigiosa agenzia Magnum, della quale diventa membro effettivo nbel 1989.
Negli anni ottanta lavora anche nell’ambito dell’alta moda e della pubblicità, affermandosi come uno dei fotografi più richiesti: fornisce un contributo essenziale al successo delle campagne di Dolce e Gabbana di quel periodo.
Nel 1995 ritorna ad affrontare i temi religiosi, pubblicando Viaggio a Lourdes, e nel 1999 vengono pubblicati i ritratti del famoso scrittore argentino Jorge Luis Borges.
Il 2003 vede l’uscita del libro Quelli di Bagheria (facente parte di un progetto più ampio che include un documentario e varie mostre), ricostruzione dell’ambientazione e delle atmosfere della sua giovinezza attraverso una ricerca nella memoria individuale e collettiva. E nel 2009, in occasione del film Baarìa di Giuseppe Tornatore, pubblica il libro fotografico Baarìa Bagheria.

Rassegna La Settimanale di Fotografia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi