Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Euroameriche

L’incontro tra culture e popoli è la radice della storia del Festival Musicale del Mediterraneo, iniziata nel 1992, elemento centrale della natura mediterranea a cui si ispira la manifestazione. La dimensione artistica peculiare è la presentazione alla città di espressioni rare di musiche dei popoli, dagli Indios dell’Amazzonia agli Aborigeni australiani, dai tuareg del deserto del Mali ai musicisti del Nepal, del Burundi ai Dervisci turchi e tanti, tanti altri. Produzioni speciali dedicate agli incontri tra diverse discipline, luoghi, strumenti, epoche e religioni. Un progetto che in quasi trent’anni di attività ha portato la città di Genova nei circuiti internazionali dei Festival, contribuendo alla valorizzazione di luoghi storici e culturali della città, come musei, chiostri, piazze e periferie.

Per il programma completo del festival clicca qui

a Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio

giovedì 3 settembre, doppia replica ore 19.30 e 21 | Minimalia, omaggio a Philip Glass
Live Streaming, Prima Italiana in coproduzione con Deos
Deos Danse Ensemble Opera Studio Italia
Banda di Piazza Caricamento / www worldwidewoman
Italia/Slovenia/Russia/Messico/Tajikistan


Una produzione in prima nazionale che unisce la danza contemporanea della Compagnia DEOS Danse Ensemble Opera Studio, con la nuova formazione della Banda di Piazza Caricamento, in versione “al femminile” e da camera, con la voce storica dal Tajikistan di Yana Odintsova, al piano la jazzista e sperimetatrice Tina Omerzo, la viola russa di Leila Kerimova, il contrabbasso elettrico e le percussioni dalle genovesi Veronica Sodini e Marika Pellegrini. Le musiche, riadattate all’organico, provengono prevalentemente dal repertorio di Philip Glass, uno dei maggiori esponenti del minimalismo americano, con brani tratti dalle sue innumerevoli composizioni per piano, orchestra, colonne sonore per danza e film, tra cui Morning Passages, Offering composto con Ravi Shankar, Serra Pelada dal film Powaqqtsi, ma anche brani con riferimento alla reiterazione e ostinato ritmico, all’essenzialità melodica, alle radici orientali del Minimalismo.
La danza contemporanea dei quattro danzatori di Deos disegna le linee nello spazio celebrando la multidisciplinarietà di cui Glass è stato uno dei precursori del secolo scorso.


venerdì 4 settembre, ore 20.30 | Black Voices Matter
Blackvoices GB

Creata nel 1987 dal suo direttore musicale Carol Pemberton, il vocal ensemble Black Voices sono cinque carismatiche donne londinesi che incanteranno il pubblico con la bellezza delle loro voci calde e limpide, gli arrangiamenti particolari e suggestivi delle loro canzoni, il fascino e la magica atmosfera che riescono a creare durante i loro spettacoli. Le Black Voices si impegnano a celebrare, attraverso il canto, le proprie origini e le tradizioni orali patrimonio dell’Africa, dei Caraibi e inglesi. La loro musica trascende ogni distinzione di sesso, razza, credo religioso ed età. Nel corso della loro carriera le Black Voices hanno costantemente fornito prestazioni straordinarie con una personalissima miscela di anima e ispirazione armonica. L’ensemble si esibì per Papa Giovanni Paolo II e davanti a Nelson Mandela al Royal Albert Hall. Il loro repertorio comprende spirituals, canti tradizionali dell’Africa, dei Caraibi oltre che canzoni popolari inglesi, jazz, gospel, pop e reggae in una fusione di stili contemporanei e classici. Loro concerti con Nina Simone, Miriam Makeba, Ray Charles, Hugh Masekela e Take 6.


lunedì 7 settembre, ore 20.30 | Genova Buenos Aires omaggio a Piazzolla
Daniele Di Bonaventura – Italia
guests
Irene Trenzas Natalie&Ezequiel “El Tigre” Sabella
Italia Argentina

Daniele Di Bonavenutra, compositore, arrangiatore, pianista, bandoneonista, ha coltivato sin dall’inizio della sua attività un forte interesse per la musica improvvisata pur avendo una formazione musicale di estrazione classica con lo studio del pianoforte, del violoncello, della composizione e della direzione d’orchestra. Le sue collaborazioni spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro del cinema e della danza. Ha suonato nelle principali sale e Festival Italiani ed Internazionali tra cui l’Accademia di Santa Cecilia, Music Hall Festival e Royal Festival Hall a Londra, Umbria Jazz…
Ha suonato, registrato piu’ di 30 dischi e collaborato con musicisti tra cui: Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Bollani, A Filetta, Omar Sosa, Flavio Boltro, Dino Saluzzi, Javier Girotto Tenores di Bitti, Aires Tango, Peppe Servillo, David Riondino, Francesco Guccini, Sergio Cammariere… eseguito e registrato la Suite per Bandoneon e Orchestra, commisionatagli dall’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Le ultime collaborazione sono quelle con Miroslav Vitous, il quale lo ha chiamato a partecipare nell’ultimo cd intitolato Universal Syncopation II pubblicato dalla prestigiosa etichetta tedesca ECM e quella con Ornella Vanoni nell’ultimo disco.

Ezequiel e Irene esordiscono come coppia a settembre 2019 durante il festival “Embrujo tango” (Rosario, Argentina) dove hanno partecipato in qualità di ballerini e docenti. Oggi insegnano insieme a Genova, svolgendo seminari speciali e classi di tecnica e musicalità. Irene Natali, nota nell’ambiente del tango come “Trenzas”, comincia a studiare tango argentino nel 2003, a Firenze, con i ballerini e maestri argentini Graciela Rostom e Alejandro Aquino. Si avvicina a questo ballo in giovane età, dopo un passato di agonismo nella ginnastica artistica. Studia il tango argentino con costanza e regolarità frequentando le classi della scuola fino al 2010; durante
questi anni e negli anni successivi partecipa a stage e seminari tenuti da svariati artisti, sia argentini che europei. Nel 2014 collabora al progetto “Tango Young” della scuola Pablo Tango a Firenze insegnando a fianco del maestro Giovanni Eredia. Dal 2015 vive a Genova tenendo regolarmente lezioni di tecnica e seminari. Nell’ultimo anno ha insegnato a Genova, Milano e Parma. Ezequiel “El Tigre” Sabella è argentino di Rosario, città del tango per eccellenza, parte del triangolo storico delle città portuali che hanno formato il Tango, insieme a Montevideo e Buenos Aires. Nel 2006, a 22 anni, inizia i suoi studi di Tango con alcuni maestri di Rosario. Dopo comincia a viaggiare frequentemente e a recarsi a Buenos Aires per approfondire le sue conoscenze sul ballo, sulla storia e sulla musica del Tango. Come ballerino ha esordito facendo parte di numerose compagnie di ballo, realizzando spettacoli in contesti privati, pubblici, in televisione e in teatro. Oggi lavora come ballerino, docente, TangoDj in Argentina e nel mondo, fermandosi frequentemente nella città di Genova.

Ingresso intero 10€ – ridotto 8€
Abbonamento intero Festival 60€
Biglietti in prevendita www.ciaotickets.com o biglietteria a partire da un’ora prima inizio evento in sede concerti.
Posti limitati con distanziamento in aree sanificate o aperte.

Prenotazioni e contatti c/o info@echoart.org – www.echoart.org – Direzione e organizzazione +39 3356184611 – +39 3913075874

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi