Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

Classico senza tempo.
Modigliani e l’antico

Volti allungati definiti da linee pure. Nudi statuari delineati da tratti sinuosi. Cosa c’è dietro quegli sguardi privi di occhi? Cosa evocano le forme di quei corpi?
Il passato per il livornese Amedeo Modigliani significa cultura e arte classica. Anche nel momento e nel luogo di maggiore innovazione artistica di sempre, la Parigi a cavallo tra Otto e Novecento, Modì non rinnega i grandi maestri del passato, perché capaci sempre trasmettere un intramontabile messaggio di bellezza.

Anna Orlando, storico dell’arte, curatore e giornalista dedica parte del suo tempo al campo della divulgazione culturale.
Studiosa specialista di pittura del ‘600, autrice di oltre 100 titoli scientifici e curatore di diverse mostre a Genova e fuori, ha pensato da alcuni anni per Palazzo Ducale i cicli di incontri mirati ad approfondire i temi che scaturiscono dalle principali mostre in programma. Dopo Fida Kahlo e Diego Rivera (2014), Le Avanguardie del ‘900 (2015), I grandi maestri dell’Impressionismo (2015), I Grandi musei d’America (2016), Novecento italiano oltre il Pop (2016), i quattro incontri della primavera 2017 sono interamente dedicati alla vita e all’arte di Amedeo Modigliani.

Rassegna Modì

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi