Salta al contenuto

Fondazione Palazzo Ducale Genova

La Storia in Piazza
Raccontare la storia, 25 – 28 aprile 2021
 

Il primo, a nostra scienza, a raccontare la storia in piazza, fu un greco d’Asia, Erodoto, nel V sec. a.C. Prima di lui “raccontare la storia” era stato monopolio dei sovrani. Fu merito dei Greci se il racconto della storia divenne un’attività libera e individuale e perciò problematica, opinabile, controvertibile, e dunque critica.
È infatti proprio da Erodoto che veniamo a sapere che il suo racconto fu talvolta contestato dall’uditorio. Egli parlava ai Greci non solo di mondi lontani, ma anche e soprattutto della loro vittoriosa epopea nel conflitto contro il gigante persiano. Accadde così che il racconto della storia oltre ad essere un diritto dell’intelletto divenne anche un campo di battaglia. Il potere non si è mai rassegnato del tutto a perdere il monopolio del raccontare la storia. Ne scaturì una lotta per la conoscenza che si è sempre svolta e continua a svolgersi in forme e ambiti di fatto illimitati. Entrano in gioco lo scavo d’archivio, le arti figurative, la ricerca archeologica sul campo, la memorialistica e la narrativa. Ma le fonti spesso sono inaccessibili, oppure si svelano dopo secoli. La dilatazione necessaria e sgomentante del “territorio dello storico” ha infranto l’antico tabù secondo cui il racconto della storia è soprattutto se non unicamente il racconto della guerra, dei conflitti, delle “sofferenze degli uomini”, come dice Omero.
Ma ormai da tempo quel territorio si è dilatato: si può raccontare anche la pace, il progresso delle scienze, l’incivilimento, la difficile convivenza dell’uomo con la natura e così via. Se dunque si è alfine compreso che tutto è storia, ne consegue che raccontare la storia è la più umana e la più comprensiva delle creazioni dell’uomo. – Luciano Canfora

Incontri e spettacoli

Gli incontri con grandi protagonisti del mondo della cultura sono pensati in senso multidisciplinare e interattivo, per coinvolgere gli studenti in un dialogo costruttivo. Storia, ma anche scienze, tecnologia, geopolitica, economia, arte, letteratura, teatro: un programma dinamico a misura di studenti.
Tra gli appuntamenti: Carlo Greppi, La storia ci salverà; Vittorio Marchis, Storie materiali: le cose raccontano; Elvira Frosini Daniele Timpano, Dialoghi con la Storia. Incontro/lezione sul teatro; Luciano Canfora, Storia e romanzo storico nel XIX secolo; Dario Fabbri, La geopolitica e la storia; Francesca Garaventa, Il mare racconta: segni lasciati dall’uomo dalla rivoluzione industriale ad oggi; Dino Zardi, La climatologia e i cambiamenti climatici.


Laboratori

“La storia siamo noi, nessuno si senta escluso”

Come cantava De Gregori, le storie di tutti formano la storia con la S maiuscola: lettura di brevi racconti.

Tra gestualità e maestria

L’evoluzione di alcuni gesti, rimasti nella storia e nell’arte, diventano icona di comunicazione non verbale, riconoscibili e usati ancora oggi nell’era tecnologica.

Storie nella storia

Lettura animata di albi illustrati.
In collaborazione con Biblioteca E. De Amicis

Il cuore di Pinocchio

Nella rielaborazione omonima del celebre libro di Collodi Pinocchio va in guerra, viene ferito e ricostruito, come se fosse nuovamente un burattino.
Anche questo è un modo per raccontare una guerra che sembrava non risparmiare proprio nessuno, uomini, donne, bambini, persino i burattini…

Storia e personaggi: gli scienziati
che hanno fatto la storia

Storytelling, scoperta e gioco: le biografie dei grandi studiosi ci mostrano come scienza e vita
quotidiana si intreccino. In collaborazione con CNR, Ufficio Comunicazione e Relazioni con il pubblico

Raccontami i Liguri

Fonti storico-letterarie, reperti archeologici, momenti di living history, esperienze manuali e anche la ricostruzione di una tomba ligure a cassetta per
tracciare la storia dell’antico popolo dei Liguri


In collaborazione con Museo Archeologico di Pegli

Anche gli scarti raccontano

Sfridi metallici, timbri, registri contabili, buste per la posta aerea…: scarti industriali e avanzi di magazzino sono indizi preziosi del passato e possono trovare nuova vita con una sapiente azione di riuso e riciclo.
In collaborazione con ReMida Genova

C’era (in) una volta

I reperti archeologici rinvenuti durante il grande restauro di Palazzo Ducale ci raccontano la storia anche attraverso aspetti curiosi di vita quotidiana.
In collaborazione con ISCUM Istituto di Storia della Cultura Materiale

Storia a fumetti

Un fumetto può essere considerato una testimonianza storica? Può essere usato come strumento al servizio di un’ideologia?

Storiology: il gioco della storia

Un percorso ludico tra immagini tratte dal mondo dell’arte per raccontare eventi e grandi personaggi che hanno caratterizzato la Storia.

Storia e immagini: gli eventi
raccontati attraverso i new media

È dalle immagini che ricaviamo le parole per descrivere gli intrecci umani e sociali degli ultimi 100 anni: un metodo 2.0 di raccontare la storia.

La storia raccontata dalle storie

Messaggi dal fronte, lettere di emigranti: la Storia vista da una prospettiva intima.
In collaborazione con Archivio ligure della scrittura popolare – Dipartimento di Scienze della Formazione, Unige, CISEI Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana e Archivio della scrittura popolare – Fondazione Museo del Trentino


Progetti speciali a cura delle scuole

Dato che l’edizione 2020 della rassegna è stata annullata a causa dell’emergenza sanitaria, il programma comprende già i lavori che le scuole hanno prodotto lo scorso anno scolastico con grande impegno, spesso continuando a implementarli anche durante il lockdown.

Finale del Torneo interregionale di Debate

Il tema della competizione è Studiare la storia in ordine cronologico o tematico?

Il paesaggio: impronte di storia

Percorsi guidati sul territorio in collaborazione con USR Liguria e Polo Museale della Liguria

Rolli’s Game

Presentazione del gioco da tavolo a cura degli studenti del Liceo Scientifico M. Luther King

Andavamo in via Orazio

Video-interviste a cura degli studenti del Liceo Ginnasio Statale A. Manzoni, Milano

Nuovo Cinema Caboto

Video sulla mostra Anni Venti. L’età dell’incertezza a cura degli studenti dell’Istituto Caboto di Chiavari

Immagini del tempo a confronto

Installazione a cura degli studenti del Liceo Artistico Klee-Barabino

La toponomastica racconta: nomi sulle tracce della storia

Percorsi guidati in città a cura degli studenti del Liceo Linguistico Grazia Deledda

Raccontare la storia… in musica

Spettacolo musicale a cura dell’indirizzo musicale della Scuola Secondaria di I grado G.B. Della Torre di Chiavari

Incursioni. I muri del carcere parlano

Letture/spettacolo ispirate ai graffiti sulle pareti delle celle della Torre Grimaldina a cura degli allievi del corso di recitazione 14 – 18 anni in collaborazione con Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi